Il dollaro si è trasformato in una fase di consolidamento in quanto il rendimento per ridurre il ritardo del dollaro alla fine della scorsa settimana ha suggerito che si è trasformato in una fase di consolidamento, dopo un lungo rally. Nel frattempo, è entrato in una fase di consolidamento dopo il fallimento dell’IPC core e ha chiuso la settimana mista. Il dollaro canadese è salito ampiamente la scorsa settimana dopo il rally dei prezzi del petrolio.

Il dollaro è sceso al di sotto del livello di supporto a lungo termine vicino a 93 a settembre. Tecnicamente, il dollaro canadese ha chiuso al di sopra del massimo della settimana precedente contro tutti tranne Yen e Aussie. Dollaro canadese in forte rialzo sulle prospettive della BoC e sul prezzo del petrolio La natura nella forza del dollaro canadese e della sterlina la scorsa settimana è stata molto diversa.

In Australia, il mercato guarda ai dati sull’inflazione del 4 ° trimestre per una nuova direzione sull’AUD, ma riteniamo che ci potrebbe essere una piccola delusione se la reazione alle statistiche equivalenti della Nuova Zelanda dovesse succedere. I mercati stavano ancora cercando di farsi strada tra i titoli commerciali sempre in conflitto e le varie notizie geopolitiche, nonché ulteriori segnali di una contrazione economica globale con scarsi dati sul PIL del Regno Unito che hanno portato la sterlina ai livelli più bassi dall’inizio del 2017. Attualmente, avranno solo il prezzo pieno della prossima escursione a febbraio 2019.

Poiché gli investitori cercano sempre il rendimento più alto che sia prevedibile o sicuro, “un aumento degli investimenti, in particolare dall’estero, crea un forte conto di capitale e una conseguente domanda elevata di dollari. Hanno anche registrato profitti in vista della conferenza del G-7. Quando gli investitori stranieri riacquistano la loro valuta locale, ha un effetto attenuante sul dollaro.

Oltre a prestare particolare attenzione al sentimento del mercato e a fattori tecnici come i dati governativi, può essere utile per un trader tenere d’occhio il grafico dell’Indice del Dollaro per fornire una panoramica di come le tariffe del Dollaro rispetto alle altre valute dell’indice. Un trader può sviluppare una visione d’insieme del flusso di dollari e formare una visione del modo migliore per selezionare posizioni di trading redditizie osservando gli schemi sul grafico e come menzionato sopra, ascoltando i principali fattori fondamentali che influenzano l’offerta e la domanda. I trader in genere adottano alcuni metodi di combinazione che abbiamo descritto sopra per prendere le loro decisioni di acquisto o vendita. Stavano principalmente reagendo alla forte ripresa dell’euro, che si è rafforzata dopo che le preoccupazioni geopolitiche in Italia si sono placate. Hanno il compito di valutare se l’offerta di dollari sarà maggiore o minore della domanda di dollari.

La tendenza principale è in aumento secondo la tabella delle oscillazioni settimanali. Anche la tendenza minore è in rialzo, tuttavia, l’azione dei prezzi della scorsa settimana ha formato un nuovo massimo minore a 94.975. La tendenza generale è in calo, quindi c’è una maggiore probabilità che il dollaro testerà il supporto vicino a 95.

Il grafico dell’indice del dollaro è stato dominato da una banda commerciale laterale molto ampia iniziata nel marzo 2015. Mostra un debole schema di inversione della testa e delle spalle. È stato dominato da una banda commerciale molto ampia iniziata nel marzo 2015. Mostra un debole modello di inversione di testa e spalle.

Quando l’indice si spostava al di sopra di 100 c’era una buona probabilità che il prezzo continuasse a salire. L’indice del dollaro è ora un mercato più volatile con uno sviluppo tendenziale meno sostenibile. Ora è un mercato più volatile con uno sviluppo di tendenza meno sostenibile. L’indice del dollaro USA ha sviluppato un supporto vicino a 97.

Il potenziale livello di supporto vicino a 91 non è forte. Il forte livello di supporto storico è vicino a 93. Tutti si avvicinerebbero a importanti livelli tecnici di supporto senza fare quel passo critico oltre la linea.

Written by